Windows 10 non è più gratuito

 È ancora possibile effettuare l’upgrade di Windows senza sborsare un centesimo. Ma ancora per poco.

A partire dalla fine dell’anno, Microsoft eliminerà la possibilità di effettuare l’aggiornamento gratuito a Windows 10.

«Ma come?» si stupiranno gli utenti più informati. «Non era già stata eliminata lo scorso anno?».

La risposta alla domanda è positiva, ma con una piccola chiosa. Alla fine di settembre 2016 Microsoft disattivò l’opzione che permetteva di aggiornare un vecchio Windows alla versione più recente passando per l’apposito assistente, ma lasciò aperta una via poco nota.

Per aggiornare gratuitamente il proprio sistema a Windows 10 non serve fare altro che utilizzare la procedura sviluppata per chi fa uso di tecnologie assistive.

Quest’ultimo sistema, nato per facilitare l’adozione del nuovo sistema alle persone con disabilità, ha finito per essere ampiamente sfruttato da chiunque, dato che non prevede alcuna reale verifica circa l’uso delle già citate tecnologie assistive.

A quanto pare Microsoft ha deciso di averne abbastanza di questo sfruttamento, che ancora alla fine del 2017 consente di non sborsare un euro per avere Windows 10.

Ha così modificato la pagina web relativa a quest’opzione, introducendo una postilla che spiega come l’offerta sarà disponibile soltanto fino al 31 dicembre 2017.

La modifica, al momento in cui scriviamo, è presente soltanto nella versione inglese della pagina, mentre quella italiana tuttora è priva dell’indicazione.

Ad ogni modo, a partire dal 1 gennaio 2018 l’unico modo per avere Windows 10 sarà un regolare acquisto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *